Tutor dell’Apprendimento

Dettagli Attività

  • Le valutazioni DSA e ADHD vengono effettuate da un’équipe formata da psicologi, neuropsichiatra e logopedista, per indagare le competenze e le abilità specifiche per ogni area di sviluppo del bambino.
    La valutazione è costituita da un ciclo di circa 8 incontri, di cui 2 con i genitori, 5 con il bambino/ragazzo (somministrazione di test preceduta da un colloquio conoscitivo), 1 di restituzione alla famiglia. Per dare completezza e significato alla valutazione, particolare considerazione verrà data alle componenti affettive e emotive del bambino, alle sue relazioni e al contesto di vita. Verrà rilasciata, al termine, una relazione che riassume il percorso valutativo e i risultati emersi.
  • Sono previsti, ove ritenuto opportuno, incontri individuali riabilitativi per il potenziamento relativo alle difficoltà specifiche sull’apprendimento riscontrate.
  • Il tutoraggio dell’apprendimento è un intervento individuale o di piccolo gruppo, che accompagna il/i bambini nel corso di un periodo stabilito, con moduli rinnovabili: un tempo congruo nel quale – all’interno di una relazione di fiducia con l’adulto tutor – sviluppare e potenziare competenze cognitive e relazionali.

Il Tutor dell’apprendimento è uno specialista, frequentemente uno psicologo, che ha una specifica formazione e competenza riguardo ai processi d’apprendimento e svolge una funzione di supporto nei casi in cui siano presenti difficoltà dovute a mancanza di strategie, organizzazione e metodo di studio. La funzione del Tutor ha una particolare utilità nel sostegno dei minori con DSA o ADHD affiancandoli nell’acquisire un metodo di studio efficace, con la possibilità di utilizzare al meglio gli strumenti compensativi e favorendo l’autonomia e l’autostima.

La particolarità del lavoro del tutoraggio è l’attenzione alle modalità con cui il singolo bambino – in quel momento e con quelle capacità – possa districarsi tra difficoltà e risorse, all’interno di una relazione di fiducia, che contenga e guidi allo stesso tempo. L’atteggiamento del Tutor è improntato al rispetto della persona e delle sue difficoltà, coniugando flessibilità, autorevolezza, promozione del pensiero analitico e critico, ma anche della creatività e del pensiero divergente.

Il tutoraggio prevede almeno un incontro settimanale della durata di 2 ore con il bambino/ragazzo e un colloquio mensile di monitoraggio con i genitori.

I percorsi specifici di riabilitazione – eventualmente concordati e attuati a seguito della valutazione – e i percorsi di tutoraggio vengono strutturati e monitorati periodicamente con incontri di coordinamento tra le figure professionali che hanno in carico il caso e supervisionati da una psicologa specializzata nei disturbi dell’apprendimento.

Pur tenendo conto delle dinamiche emotive, il lavoro non è rivolto direttamente alla sfera emotiva o relazionale: difficoltà specifiche in questa area possono richiedere interventi professionali mirati. L’Associazione prevede, ad esempio, la possibilità di integrazione con un percorso di supporto psicologico (ambulatoriale o domiciliare), attuando interventi a più livelli coordinati tra loro e concordati con la famiglia.

Vuoi Saperne di più?
Torna alle Attività